Intelligenza: cos’è?

Cos’è l’intelligenza? Sentiamo spesso dire che una persona intelligente è una persona che sa tante cose: è davvero così? In questo articolo approfondiamo il concetto di intelligenza.

Fino a qualche tempo fa l’intelligenza era vista come una componente statica e misurabile quantitativamente: si parlava spesso di Quoziente Intellettivo (QI), come qualcosa di stabile e di fisso.

Con gli anni il concetto di intelligenza si è trasformato e adesso, quando parliamo di intelligenza, intendiamo un’abilità sempre più qualitativa e modulare: l’intelligenza è la capacità di saper scegliere le migliori alternative per risolvere un problema e include la capacità di elaborare, assimilare e comprendere le informazioni. Si tratta di una competenza complessa che include anche aspetti sociali, emotivi e pratici.

Se hai sempre pensato di non essere abbastanza “intelligente” per risolvere cruciverba complessi o enigmi matematici, è arrivato il momento di cambiare idea: essere intelligenti non significa esclusivamente avere abilità logico-analitiche, ma il concetto di intelligenza prevede anche capacità di tipo intuitivo e creativo, in quanto permette di ristrutturare i dati di un problema o di una percezione.

Per lo psicologo americano Howard Gardner, l’intelligenza è il potenziale di ogni persona. Questo potenziale non può essere quantificato o definito a priori, ma può essere osservato e sviluppato attraverso alcune pratiche.

Gardner è famoso per aver proposto il modello di intelligenza multipla, secondo cui l’intelligenza è un insieme di abilità specifiche con diversi livelli. L’intelligenza è composta da elementi indipendenti e distinti tra loro.

Anche gli studi sulla struttura e sulle funzioni del cervello documentano la presenza di specifici moduli nel cervello, cioè aree e funzioni relativamente indipendenti dagli altri.

INTELLIGENZA NON È SAPERE MOLTE COSE

L’intelligenza ha una componente fortemente creativa ed è una capacità che va al di là del titolo di studio o delle nozioni apprese.

Possedere un grande volume di conoscenze in un campo specifico non significa essere intelligenti e non garantisce il successo negli affari o nelle relazioni, poiché questi ultimi punti richiedono altri tipi di intelligenza.

Tutti noi possiamo svolgere attività al di fuori delle nostre predisposizioni principali per diventare più intelligenti e abili. Indipendentemente dalla naturale attitudine che si può sviluppare in un campo particolare, la flessibilità è l’elemento alla base dell’intelligenza, ciò che ci permette di sperimentarci in nuovi compiti e acquisire nuove conoscenze.

OTTO TIPI DI INTELLIGENZE

La teoria dell’intelligenza multipla di Gardner riconosce otto tipi di intelligenze:

  • Intelligenza intrapersonale: la capacità di auto – comprensione della propria vita affettiva ed emotiva.
  • Intelligenza interpersonale: la comprensione delle intenzioni e desideri degli altri.
  • Intelligenza linguistica: legata alla capacità di comprendere il significato e l’ordine delle parole nella lettura, scrittura e conversazione.
  • Intelligenza spaziale: la rappresentazione visiva di pensieri e la creazione di immagini mentali.
  • Intelligenza musicale: la capacità di analizzare e creare musica.
  • Intelligenza logico-matematica: per identificare i modelli, eseguire calcoli, sviluppare e testare ipotesi e utilizzare il metodo scientifico.
  • Intelligenza naturalistica: il riconoscimento delle relazioni tra i diversi gruppi di oggetti o persone.
  • Intelligenza corporeo-cinestetica: la capacità di usare la forza, la flessibilità, la coordinazione e l’equilibrio del proprio corpo.

Lo sviluppo di diverse intelligenze ha molti vantaggi, sia per la nostra vita quotidiana che per la crescita a livello professionale e personale. 

Lo svolgimento di attività legate a diversi tipi di intelligenza ci rende più flessibili, più aperti e ci fornisce strumenti preziosi per adattarci al meglio nella società. Lo studio della matematica, ad esempio, non è utile solo per fare calcoli, ma migliora la nostra percezione dell’ambiente, ci aiuta a stabilire relazioni tra concetti diversi e risolvere problemi quotidiani che hanno poco a che fare con un’equazione o un funzione trigonometrica.

Imparare cose nuove e diverse discipline può farci scoprire risorse intellettuali che non credevamo di avere o di cui non conoscevamo l’esistenza.

Il nostro cervello è plastico e flessibile: grazie a questa sua importante caratteristica possiamo migliorarlo giorno dopo giorno.

Puoi allenare il tuo cervello anche adesso!

Scarica gratis un pdf con alcuni esercizi di Brain Training (clicca qui)!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...